Pronti a correre in libreria?!

PCI80

Che cosa c’è di più bello di un libro sul Pci che esce il Primo Maggio??? 

Ora in tutte le libreria – anche quella sotto casa,”Trent’anni dopo. Il Pci degli anni ’80”, editrice @OltreEdizioni

A quasi trent’anni dalla Bolognina, e dopo analisi e ricostruzioni sovrappostesi a quegli eventi, due autrici trentenni analizzano storia e memoria del Partito Comunista Italiano alla ricerca, nelle pieghe degli anni Ottanta, di alcune chiavi di lettura per la comprensione del presente.
Nella prima parte si analizzano gli ultimi cinque anni (1984-1989) del Pci e la crisi dell’auto-rappresentazione del partito portata avanti dal suo gruppo dirigente.
La seconda parte sviluppa un’analisi delle ricostruzioni narrative e memoriali dello stesso partito prodotte da intellettuali e militanti dopo il 1989.

http://www.oltre.it/biblioteca/store/comersus_viewItem.asp?idProduct=3223

Annunci

Quando, Chi, Che cosa e Perché

Bozze 1

Siete curiosi di sapere di che cosa parlerà davvero Trent’anni dopo?

Nell’introduzione (Quando, Chi, Che cosa e Perchè) ve  lo spieghiamo così:

“Il protagonista di questo racconto è il Partito Comunista Italiano e l’auto-rappresentazione del proprio ruolo sociale costruita dal suo vertice.

Si intende dunque proporre al lettore quegli stessi temi che animarono il dibattito da allora in avanti, ossia in primo luogo la questione dell’intrinseca diversità del comunismo italiano rispetto al panorama internazionale, l’opportunità di collegare la crisi interna del partito alla caduta del Muro di Berlino, la socialdemocratizzazione del suo bagaglio teorico, il perdurante legame con l’esperienza sovietica, l’unicità nel panorama italiano…

Delle narrazioni e le interpretazioni della fine del Pci successive al 1989, verrà appunto offerta una lettura interpretativa, con uno sguardo conclusivo volto a cogliere i segni, ancora oggi persistenti nella coscienza storico-politica collettiva, di un prima e di un dopo, separati dagli eventi simbolici della caduta del muro di Berlino e della Bolognina”

Emozioni…

 

12034339_10153665694413401_7080778216453019837_o

Chissà perché, ma ogni volta avere in mano le prime bozze da correggere è un’emozione fortissima.

Tutti pronti a correre in libreria?